"Bono, copy" è una delle frase che sentiamo spesso nei team radio di Lewis Hamilton. Peter Bonnington, l'ingegnere di pista del campione, quello che lo consiglia e si prende le sfuriate dell'inglese quando sente troppe vibrazioni alle gomme. Per celebrare il settimo titolo del suo pilota, ha parlato con il sito ufficiale della Formula 1 e ha raccontato il loro primo incontro: "La prima volta che è venuto in fabbrica è stata la prima volta che ci siamo incontrati e la prima volta che abbiamo iniziato a lavorare insieme e mi è sembrato che stesse entrando una rock star. Riguardando le foto pensi:‘ Wow, questo è Lewis’. Michael era una tale leggenda, un grande pilota con cui lavorare. Poi arriva Lewis e ti dici: ‘Questo è il prossimo. Lui è qui ed è la rock star e io sono il responsabile. All’epoca nel 2013 non era così lucido come lo è ora, adesso è semplicemente ‘wow’. Abbiamo continuato a migliorare anno dopo anno, cercando di capire qual era la cosa successiva che avremmo potuto imparare. Dove potevamo trovare un altro po’ di performance. Lewis la trova e basta. Quello è un aspetto che la gente probabilmente non vede, ma è proprio la sua capacità di imparare e di assorbire ogni cosa”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Sab 21 novembre 2020 alle 09:52
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print