Quando è servito metterci quel qualcosa in più, entrare in quella dimensione eterea, sovradimensionale in cui diventi tutt'uno con la macchina, Valtteri Bottas è mancato. In questo fatto c'è tutta la differenza tra lui e il fenomenale Lewis Hamilton. Il finlandese ha preso la definitiva batosta. Non sarà mai come Nico Rosberg. Un altro anno di alto livello, prima di una separazione che sembra scritta nel 2021. Prima di tutto ciò, però c'è l'estrema delusione per la peggior gara dell'anno in Turchia: "È stata una lunga gara ed una lunga giornata. Dal primo giro in poi, tutto è andato storto. Non so chi fosse, ma qualcuno si è girato davanti a me alla prima curva. Io lo stavo evitando e poi mi sono girato anch’io successivamente ho avuto un contatto in Curva 9 e da lì la macchina non era più la stessa. Ho faticato a rimanere in pista. Non riuscivo a stare in strada, il volante era messo male e mancava un pezzo dell’alettone anteriore. Si trattava solo di sopravvivere da quel momento in poi. Non bene".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION 

Sezione: News / Data: Lun 16 novembre 2020 alle 17:33
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print