In Liberty Media si sta lavorando alacremente per poter disegnare una seconda parte di calendario dopo queste otto introduttive gare. Zak Brown, in una chiacchierata con la stampa britannica, ha confermato la volontà della Liberty Media di fare intorno alle sedici gare, tra cui Mugello (13 settembre) e Portimao (doppio appuntamento tra fine settembre e inizio ottobre) sembrano essere probabili: "Credo che avremo 15 o 16 Gran Premi, Direi che gli otto round europei saranno estesi a probabilmente 10, forse 11. La Russia, ho sentito, ha forti possibilità. La Cina vuole una gara, mentre l’America credo sia un pò un punto interrogativo in questo momento. E poi penso che potremmo fare tre, forse anche quattro gare in Medio Oriente. Due in Bahrein e due ad Abu Dhabi. Se mettiamo tutto insieme, vedo 16 gare totali. Penso che arrivare a 18 potrebbe essere una sfida, ma se andassi a Las Vegas oggi e dovessi scommetterci, lo farei su 16 Gran Premi. Il che è fantastico perché, non molto tempo fa, era il numero per disputare una stagione completa in Formula 1. Mugello? Sembra abbastanza probabile da tutto ciò che ho sentito. E’ una pista piuttosto spettacolare e molto veloce. Portimao in Portogallo è l’altro tracciato di cui si parla più frequentemente”. Arrivano anche buone notizie dal Canada che potrebbe ospitare un Gp ad ottobre. Il promoter del circuito, Francois Dumontier, ha parlato ai media canadesi: "La Formula 1 ha annunciato il suo calendario per l’inizio della stagione. Si partirà ovviamente dall’Europa e poi si valuteranno gli appuntamenti extraeuropei. Adesso stanno discutendo con i vari organizzatori per comporre la parte autunnale e invernale del campionato. Da parte nostra posso dire che ci sono delle discussioni in corso. Penso che un annuncio all’inizio di luglio ci darebbe il giusto tempo per prepararci. Il desiderio è di avere il pubblico, ma sappiamo che servirà un piano sanitario ad-hoc. Stiamo lavorando su questo”. Le chance per vedere Imola si sono ridotte drasticamente, dopo l'ingresso del Mugello, ma non si demorde. Umberto Selvatico Estense, presidente del circuito, ha parlato della possibilità di ospitare il terzo circuito in Italia: "Il nostro obiettivo è riportare la massima serie a Imola nel circuito fortemente voluto da Enzo Ferrari già quest’anno qualora ci fossero le possibilità. La soluzione più logica e più consona per i fans della F1 di tutto il mondo sarebbe quella di utilizzare circuiti di grande impatto mediatico come sicuramente lo è Imola, magari insieme con Monza ed il Mugello per un leggendario triplete nazionale. Abbiamo iniziato dal mese di aprile di quest’anno a lavorare con grande dedizione e passione a questa ipotesi insieme alle istituzioni locali e regionali ed alla FOWC e ci auguriamo che anche l’autorità sportiva nazionale appoggi la nostra candidatura per questa stagione".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Ven 26 giugno 2020 alle 11:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print