Tutti i grandi miglioramenti avuti dalla Ferrari non sono valsi un finale in crescendo. Dopo le occasioni sprecate di Giappone e Russia, la Rossa è parsa rincorrere Red Bull e Mercedes negli ultimi appuntamenti stagionali, palesando nuovamente gravi mancanze sui settori di pista guidati. Marco Cioci, pilota GT della Ferrari, ha parlato a Benvenuti al Colosseo, trasmissione di Non è la Radio, proprio di questo, della vittoria di Hamilton e del percorso di crescita della Red Bull: "Hamilton, in questo weekend, mi è piaciuto tantissimo. È arrivato che sembrava stesse facendo la prima gara di campionato, carico a mille, il miglior giro fatto alla fine con le gomme praticamente marce, veramente bello, me lo sono goduto. Per il terzo posto in campionato, ti dico che, per come si erano messe le cose, pensavo che la Ferrari con Leclerc ce la facesse però la Red Bull è cresciuta tanto, dopo il patatrac del Brasile era quasi impossibile. Bisogna tenerla d’occhio la Red Bull perchè è cresciuto tantissimo come vettura, come motore. Se i valori ripartono da qui, l’anno prossimo la Ferrari deve fare un bel lavoro. Basta guardare il terzo settore, nella parte meccanica, c’è tanto da lavorare. Red Bull e Mercedes erano in linea e la Ferrari obiettivamente era indietro. Credo che non sia solo un problema aerodinamico per la Ferrari, c’è proprio un problema meccanico, sono le curve lente il punto debole. Quindi, secondo me, è un medio carico e il grip meccanico si sente e bisognerà lavorare molto, forse sulle sospensioni, sui punti d’attacco, è proprio un discorso meccanico".

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Mar 3 Dicembre 2019 alle 15:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print