Dovrebbe arrivare l'ufficialità a breve, ma sembra che il Gp di Cina verrà cancellato dal calendario di questa stagione a causa dell'esplosione dirompente in Cina del Coronavirus. Se così dovesse essere, ci sarebbe una pausa lunga circa un mese tra i due gran premi novità di quest'anno, ovvero Hanoi e Zandvoort. Mattia Binotto, ieri, ha parlato a Sky della situazione in Cina: "Dal punto di vista sportivo sarebbe un peccato perdere una gara, è sempre bello andare in Cina. Un mese senza gare non è un bene per la F1, inserire il Gran Premio più avanti nel calendario risulterebbe difficile, perché abbiamo già sette gare in ‘back-to-back’, ovvero senza il fine settimana di pausa ad intervallarle. Il calendario è molto fitto e non sembra esserci una data di riserva per tornare in Cina successivamente". Anche Toto Wolff ha parlato della Cina, sperando che si possa correre: "Spero vivamente che andremo in Cina, in questi giorni andrò all’ambasciata cinese per la mia scansione biometrica. Tutto fa pensare che dovremmo andare. Sarebbe un peccato se non dovessimo recarci lì, la Cina inizia a diventare un grande mercato, la gara ha fatto registrare il tutto esaurito l’anno scorso ed abbiamo tante attività con tutti gli appassionati. Ma la salute viene prima di tutto e spero che riescano ad avere il controllo di questo".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME 

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Mer 12 Febbraio 2020 alle 10:26
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print