Alla Gazzetta dello Sport, John Elkann ha ribadito la sua fiducia, e quella dell'intera organizzazione Ferrari, a Mattia Binotto. La situazione in casa Ferrari non è delle più semplici, servono delle risposte e anche un aiuto, un appoggio al team principal che sembra essere l'unica faccia ad affrontare questa penuria di risultati.

Fiducia in Mattia Binotto? Mattia ha preso in mano la Scuderia da un anno, ha tutte le competenze e le caratteristiche per iniziare un nuovo ciclo vincente. Era in Ferrari con Todt e Schumi, sa come si vince”.

Vettel e il mancato rinnovo
“Difficile chiedere pazienza a chi ha già vinto rispetto a chi ha il futuro davanti a sé. Noi stiamo mettendo le fondamenta per costruire qualcosa di importante e duraturo e lo dimostra il contratto che abbiamo firmato con Charles, cinque anni, mai così lungo nella storia della Ferrari. Leclerc e Sainz prenderanno casa a Maranello, staranno vicino agli ingegneri, la nuova macchina nascerà con loro”.

Il budget cap, una sfida da vincere
“Abbiamo dato l’ok alle nuove regole che partiranno dal 2022 perché riteniamo giusto che ci sia maggiore competitività all’interno della F1 e non vediamo la limitazione del budget cap come un vincolo alla nostra capacità di vincere, la prendiamo come una sfida da vincere. Non ho mai visto negli ultimi dieci anni uno spirito così forte e coeso in Ferrari”.

Il ricordo di Marchionne
“Sergio è stato per me un grandissimo amico. Abbiamo affrontato periodi pieni di vento, ma anche di burrasche e tempeste, era un timoniere solido e coraggioso”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Mar 28 luglio 2020 alle 10:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print