Una settimana davvero difficile, questa appena passata. Dopo l'omicidio di George Floyd da parte di un'agente delle forze dell'ordine ha portato un'ondata di sdegno, di rivolte e proteste in tutta America, coinvolgendo una quantità enorme di persone, nonostante il Covid, anche dello spettacolo. Lewis Hamilton, da sempre attento alle tematiche, ha affidato ad Instagram le sue riflessioni in un momento molto complesso da elaborare: "La scorsa settimana è stata davvero buia. Non sono riuscito a trattenere le mie emozioni. Ho provato tanta rabbia, tristezza e incredulità per ciò che ho visto. Sono stato completamente sopraffatto dalla rabbia per aver visto un tale palese disprezzo per la vita della nostra gente. Le ingiustizie che i nostri fratelli e sorelle devono affrontare in tutto il mondo sono disgustose e devono cessare. Tante persone sembrano esserne sorprese, ma purtroppo per noi non è sorprendente. Quelli come noi, che sono neri o mulatti, lo vivono ogni giorno e non dovrebbero sentirsi colpevoli dalla nascita, non dobbiamo temere per la nostra vita in base al colore della nostra pelle. Solo quando ci sono rivolte e richieste di giustizia, il potere cede e fa qualcosa, ma ormai è troppo tardi e non è stato fatto abbastanza. Ci sono volute centinaia di migliaia di denunce ed edifici bruciati prima che i funzionari locali reagissero e decidessero di arrestare Derek Chauvin per omicidio. E questo è triste. Per favore non restate in silenzio, indipendentemente dal colore della vostra pelle".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Mer 03 giugno 2020 alle 12:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print