Da Spa in poi, l'unica scuderia che ha conosciuto il nome della pole position è la Ferrari, quattro volte con Charles Leclerc, neo ventiduenne, e una con Sebastian Vettel. Questo miglioramento improvviso del motore della scuderia italiana ha sollevato qualche sopracciglio nelle scuderie rivali, tanto da insinuare il fatto che la Rossa abbia trovato una falla nei regolamenti sui motori, invariati dal 2014, anno dell'introduzione dell'ibrido. Una delle teorie più gettonate si bada sull'inclusione di olio nel sistema di raffreddamento, sfruttando una perdita controllata per alimentare il processo di combustione e ottenere più potenza in brevi periodi di tempo. La seconda possibilità, invece, parla del fatto che sistema di recupero energetico stia fornendo più energia di quella consentita, il che è in linea con la ricerca condotta lo scorso anno. Secondo Motorsport.com, le scuderie rivali avrebbero chiesto un indagine alla Fia. 

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Ven 18 Ottobre 2019 alle 17:45
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print