Nonostante il Covid abbia colpito anche lui, Mario Isola è presente in Bahrain con anima e voce. Collegato da casa, segue un importante e cruciale sessione dell'anno: quella in cui si provano le gomme 2021. Collegato con Sky, il responsabile Racing Pirelli ha raccontato le diversità di queste gomme, i loro primi feedback e l'evoluzione del rapporto tra Lewis Hamilton e gli pneumatici Pirelli: “Gomme 2021? Già a Portimao avevamo avuto riscontri positivi, oggi stanno analizzando le gomme per raccogliere dati utili. Abbiamo lasciato libertà ai team, prima avevamo specificato una mezz’ora specifica, ora invece hanno completa libertà anche per test aerodinamici. Non abbiamo disegnato una nuova gomma, non potevamo farlo, ma abbiamo fatto alcune modifiche per aumentare il livello di integrità. Sono macchine che vanno sempre più veloci: il taglio aerodinamico previsto dal regolamento saranno attenuati dagli sviluppi. Noi abbiamo cercato di costruire una gomma molto simile a quelle attuali, ma c’è una differenza. Non posso dire che non toccheranno la configurazione della macchina. L’anteriore è diverso, mentre il posteriore non l’abbiamo toccato per ridisegnare un nuovo fondo. Non ci sono novità così forti da poter rimescolare le gerarchie, come potrebbe essere nel 2022. Noi abbiamo disegnato una propulsione diversa proprio per il rischio di un aumento di carico. Il 10 dicembre avremo i dati dei team. Non so se la Mercedes ha già recuperato i punti di carico che il regolamento ha tagliato. Però sappiamo come tutti siano bravi a recuperare il carico. L’obiettivo era tornare a fine 2019 e contenere lo sviluppo irrefrenabile. Nel 2011, quando Pirelli è entrata in Formula 1, Hamilton era molto aggressivo sulle gomme, le degradava in fretta. Dopo un po’ ha capito la natura delle gomme e si è adeguato per sfruttarle al meglio. C’è riuscito bene negli ultimi anni. Partecipo ai briefing dei piloti per i feedback e per gli aggiornamenti del nostro lavoro. Hamilton, all’inizio, era disinteressato, ma ha cambiato dopo il campionato perso contro Rosberg. Lì forse sarà maturata, ma ha cominciato ad essere attento ad ogni dettaglio. Ha iniziato ad essere più partecipativo e parlare molto di più con noi".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME 

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION 

Sezione: News / Data: Ven 27 novembre 2020 alle 14:05
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print