Bella, sorprendente e avvolta da un alone di mistero per rivedere questo rebranding della fu Toro Rosso, ora Alpha Tauri. La squadra è la stessa, i piloti gli stessi, ma con i progressi noti del motore Honda nel finire della scorsa stagione, mixati al nuovo stile, più moderno, affascinante e anche più identitario rispetto alla Red Bull, rende la scuderia italo-austriaca una bella storia da scoprire. Ad Auto Motor und Sport, Helmut Marko, talent scout dell'universo Red Bull, ha parlato delle potenzialità della Tauri: "Ci aspettiamo che la Alpha Tauri sia sempre la migliore a centro gruppo. In termini di sviluppo, l’Alpha Tauri è dai tre ai sei mesi indietro rispetto alla Red Bull, tutto ciò che il regolamento consente di trasferire all’Alpha Tauri da parte della Red Bull è trasferito al team guidato da Franz Tost, parliamo quindi del cambio, delle sospensioni, del sistema idraulico e di tanti altri componenti. Kvyat nel 2019 ha dimostrato tutto il suo talento senza particolari cali di tensione, Gasly una volta che è tornato in Toro Rosso è tornato sui suoi ottimi livelli e non ho nulla da rimproverargli per il finale di stagione. Mi aspetto che si confermino sui loro standard e, perché no, magari con anche qualche guizzo in più”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Lun 17 Febbraio 2020 alle 17:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print