In pochissimi Gran Premi, la Mercedes ha dimostrato di faticare a causa del caldo che non gli permetteva un efficiente raffreddamento delle componenti della vettura. Ad esempio, in Austria Lewis Hamilton rimase a secco dal podio, finendo al quinto posto. Andy Cowell, responsabile dei motori della Mercedes, ha parlato del lavoro fatto, su questo ambito, nello sviluppo della power unit: "Stiamo compiendo notevoli sforzi per garantire che tutti i fluidi di raffreddamento della power unit funzionino a una temperatura più elevata. Questo permetterebbe una minor differenza con la temperatura ambiente, molto elevate su certe piste, e di conseguenza una maggior efficienza di tutto l’impianto. È una sfida complessa, poiché gran parte del motore è realizzato in alluminio e temperature più alte di esercizio hanno come effetto contrario quello della rapida decadenza delle proprietà del materiale stesso. Il nostro team di lavoro non si è concentrato solo sulla potenza dell’albero motore, ma anche sulla riduzione dell’ingombro generale della power unit per aver un minor impatto sull’aerodinamica e sul telaio, garantendo così una maggior stabilità in percorrenza di curva".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Sab 15 Febbraio 2020 alle 10:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print