"Siamo sicuri? Siamo dentro?". Sembrano le parole di un pilota Williams (che finalmente è tornata ad essere una vettura di F1, bene ndr) qualsiasi e invece sono quelle di Leclerc al termine della Q2 che ha visto il monegasco salvarsi 10° ai danni del compagno di squadra Vettel, eliminato e 11°. La Ferrari non c'è, è lontana. Se i miglioramenti dovranno arrivare a partire dall'Hungaroring allora per la rossa adesso l'immagine che traspare dopo le qualifiche è quella di un pugile all'angolo che deve incassare e tanto prima di reagire. La gara è lontana, ma i dubbi sono quindi molti. Un'ecatombe che anche le statistiche impietosamente confermano: era dal 2014 che Vettel non veniva escluso dalla lotta alla pole. Lo stesso Leclerc, d'altronde, nel la Q3 può poco o nulla e chiude al posto. Davanti a tutti delle Mercedes nere come la furia che le anima. Bottas per 12 millesimi si prende la pole davanti ad Hamilton. Veloci come nessun'altro inseguite dalla Red Bull e dal duo Racing Point-McLaren miscelate, due sorprese in questo momento sembrate più performanti anch'esse della Ferrari visto il 4° posto di Norris.

TOP TEN 1. Bottas 2. Hamilton 3. Verstappen 4. Norris 5. Albon 6. Perez 7. Leclerc 8. Sainz 9. Stroll 10. Ricciardo

Sezione: News / Data: Sab 04 luglio 2020 alle 16:03
Autore: F1N Redazione
Vedi letture
Print