La Red Bull vorrebbe diventare una costruttrice. Troppo complicato cercare altrove, anche in vista dell'imminente riforma sui motori, troppo complicato anche riallacciare i rapporti con vecchi rifornitore come Renault o Ferrari o trovare sponda nel terzo, Mercedes, rivale di campionato. Per questo, Helmut Markom in un’intervista rilasciata a Sky Deutschland, ha parlato di trasferire tutto l'apparato di creazione/manutenzione motori a Milton Keynes, sede Red Bull: "Vorremmo spostare tutto in Inghilterra, ma abbiamo bisogno di un aiuto da Sakura. Dall’inizio della stagione 2022, possiamo immaginare di poter produrre un motore in modo completamente indipendente. Il nostro sarebbe un progetto fino alla scadenza degli attuali regolamenti. Abbiamo intenzione di avviarlo al massimo fino alla fine del 2025, non è una nostra priorità diventare anche motoristi: le nuove norme devono necessariamente essere più favorevoli in termini di costi con una tecnologia più semplice. Dal mio punto di vista, ci dovrebbe essere anche più rumore e, cosa molto importante, fare uso di carburante sintetico per ridurre drasticamente le emissioni di CO2″.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION 

Sezione: News / Data: Gio 22 ottobre 2020 alle 12:10
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print