I Top Three sono riottosi a cambiare. Questo è quello che fuoriesce dal vertice di Parigi. Per quanto tutti sono d'accordo sul taglio dei costi e l'ingresso del budget cap, i big pensano che queste riforme sortiranno gli effetti contrari a quelli sperati. Daniele Sparisci del Corriere della Sera, ha parlato di stallo nelle regole: "Niente passi avanti dal vertice di ieri a Parigi per discutere sulle regole 2021. Le posizioni restano distanti: F1 e Fia […] hanno portato avanti le proposte di riforma, i team di vertice invece continuano a opporsi e hanno manifestato la loro contrarietà. Le soluzioni per modificare l’aerodinamica nel tentativo di favorire i sorpassi sono giudicate troppo rigide, quelle per abbattere i costi attraverso l’utilizzo di componenti standard rischiano di mettere a repentaglio il dna della F1. A non convincere poi sono i tanti punti oscuri su come funzionerà la nuova governance […]. Secondo i big la riforma produrrà effetti opposti a quelli desiderati generando anche un aumento delle spese. La Ferrari sta facendo sentire la sua voce, Mercedes e Red Bull sono allineate. […]. F1 e Fia sembrano intenzionate ad andare avanti lo stesso, le prossime settimane saranno interessanti per capire l’orientamento della Ferrari che può far ricorso al diritto di veto"

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Gio 17 Ottobre 2019 alle 12:30
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print