In una video-intervista con Espn, Toto Wolff ha raccontato i dietro le quinte delle trattative che scuderie, Liberty Media e FIA stanno portando avanti per decidere il futuro della Formula 1, di questo mondiale e dei prossimi. Le parole del team principal austriaco non sono stati proprio gentilissime. Ha tacciato i protagonisti di queste conferenze di opportunismo e manipolazione, una cosa mai vista durante la sua carriera in F1: "Sono in questo sport dal 2009 con la Williams e non ho mai visto così tanto opportunismo e manipolazione, ci sono lati dello sport che metto in discussione e, a volte, lo sport stesso è diventato una musica di sottofondo e non più l’atto principale. Ho imparato molto su varie persone e, per quanto io sappia che questo è un ambiente altamente politico e tutti cercano di ottenere benefici, direi che questi ultimi sei mesi sono stati i periodi più politici in Formula 1 da quando ne faccio parte. Si vedeva chiaramente che c’erano persone che sentivano il bisogno di comunicare attraverso i media, ma alla fine tutto questo è irrilevante. Se amiamo lo sport è perché alla fine tutto si riduce alle prestazioni. Una volta che cala la bandiera, le ca**ate si fermano. E presto le ca**ate si fermeranno e tutte queste interviste e  opinioni diventano irrilevanti”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Ven 22 maggio 2020 alle 15:30
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print