Ad Antonio Giovinazzi è appena stata rinnovata la fiducia in Alfa Romeo, quindi anche la stagione 2020 vedrà un tricolore sventolare tra i piloti in competizione. Sperando nei miglioramenti di Alfa Romeo, Leo Turrini traccia una linea di continuità tra i piloti italiani che parte da Alberto Ascari, passa per Michele Alboreto, Jarno Trulli e Giancarlo Fisichella, e che arriva a Giovinazzi: "In Formula 1, è andata perduta la tradizione dei piloti italiani, dall’epoca leggendario di Ciccio Ascari, passando per Alboreto, Patrese e Giovinazzi rappresenta il tentativo di recuperare la storia. Lui ha avuto un’annata non semplicissima perché l’Alfa Romeo aveva iniziato in modo decorso, ma poi dall’estate in poi, gli sviluppi che hanno portato non hanno mai funzionato. Sia lui che Raikkonen si sono trovati nelle retrovie. Però Antonio sta facendo un grosso lavoro, sono molto contento che gli venga rinnovata questa opportunità, anche perchè non dimentichiamo che l’Alfa che è nell’orbita Ferrari e quindi, se lui dovesse continuare a crescere la strada è quella. A livello emotivo, è l’unico ragazzo italiano sulla griglia di partenza di un Gp negli ultimi dieci anni. Gli ultimi erano stati Fisichella, Trulli e Liuzzi. Merita di essere incoraggiato, sperando che gli venga data una monoposto più competitiva”.

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Ven 8 Novembre 2019 alle 20:30
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print