La sensazione dopo la cancellazione del Gran Premio d'Australia è che la Formula 1 non si sarebbe fermata, neanche davanti all'evidenza dei primi casi di Covid-19, ma è stata fermata dalle circostanze. Abbiamo visto annaspare la Liberty Media nell'organizzare questo nuovo mondiale, che per ora ha solo otto gare ufficializzate, con altrettante pronte ad esserlo, tra cui il Mugello. A Ziggo Sport, Max Verstappen ricorda dei momenti vissuti in Oceania: "Eravamo molto fiduciosi di poter iniziare bene la stagione, abbiamo viaggiato verso l’Australia e in realtà eravamo convinti che avremmo effettivamente corso. Poco prima dell’inizio delle sessioni di prove del venerdì però è arrivata la notizia che il fine settimana era stato cancellato. Naturalmente fa schifo che la stagione non sia potuta iniziare, ma alla fine ho pensato che fosse meno importante di quello che stava succedendo nel mondo, una volta tornati a casa siamo entrati nel lockdown molto rapidamente. È stato strano, tu provi a tirare fuori il massimo da questa situazione. Io ho risolto gran parte del problema con il simulatore, sperando ovviamente che si potesse tornare in macchina il prima possibile".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Lun 29 giugno 2020 alle 11:30
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print