E se, in Aston Martin, Sebastian Vettel venisse trattato, di nuovo, come secondo pilota dietro il padrone di casa Lance Stroll? Un conto è in Ferrari con un chiaro potenziale di campione del mondo accanto a sè, un altro è quando hai un figlio di papà che possiede la scuderia in cui lavori. Questa situazione, a detta di Nick Heidfeld, non dovrebbe accadere: "Sono certo che ha inserito delle clausole nel suo contratto che gli garantiscano quantomeno un trattamento alla pari di quello che verrà riservato a Lance Stroll, mi stupirei del contrario, non penso che Vettel possa essere stato così naive da non pensarci. Quando si corre insieme al figlio del proprietario bisogna cautelarsi. Sergio Perez si è già lamentato in più occasioni del fatto che riceve gli aggiornamenti soltanto quando sono garantiti anche i ricambi per Stroll dei vari upgrade”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION 

Sezione: News / Data: Mer 21 ottobre 2020 alle 10:25
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print