C'è un detto in America che dice "Le uniche cose certe nella vita sono la morte e le tasse" e tutti i giornalisti/personaggi influenti si divertono ad aggiungere una terza questione, quando questa cosa sembra diventare inevitabile. In salsa Formula 1 potrebbe essere "Morte, Tasse e Lewis Hamilton che vince. Ecco Jacques Villeneuve, a Gazzetta dello Sport, dice sostanzialmente questo: "La Mercedes sarà davanti, con la Red Bull dietro che si sente molto forte. Nonostante questo, i primi Gran Premi saranno duri per i piloti. Vedremo la loro reazione alle difficoltà psicologiche. Vedremo come ognuno di loro è fatto veramente. In Austria per altro non ci sarà il vantaggio per Red Bull: negli anni scorsi ha programmato coi motori freschi in funzione del circuito di casa, come la Ferrari a Monza. Quest’anno le condizioni sono uguali per tutti. In ogni caso se cercate consigli scommettete sulla Mercedes: sono soldi messi in banca. Ci sarà davvero un dopo Hamilton? Quando Lewis smetterà ci sarà un grande vuoto. Allora a quel punto che utilità avrà la Mercedes a restare in Formula 1? Ha già ottenuto tutto quello che poteva e voleva. Se guardiamo al passato, Ferrari a parte, tutti i grandi gruppi sono entrati e usciti. Valtteri è come Irvine, è come Barrichello: un bravissimo pilota ma non paragonabile a Hamilton. Non è un campione del mondo. Anche se non è detto che non possa diventarlo. Se Lewis ha un’annata cattiva, come gli è già capitato. O se un meccanico stretto collaboratore positivo al virus dovesse costringerlo a saltare una o più gare…".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Mar 30 giugno 2020 alle 11:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print