La Red Bull non demorde. Nonostante l'emergenza Coronavirus e le migliaia di videoconferenza per poter fronteggiare la pandemia e organizzare il Mondiale, la scuderia austriaca vuole continuare a battere ferro sul caso dell'accordo FIA-Ferrari. Dopo l'uscita di scena della Mercedes, il caso sembrava essersi sgonfiato, ma Helmut Marko, a F1insider.com, ha rialzato i toni della discussione: "Sfortunatamente adesso dobbiamo far fronte ad una vera e propria emergenza, ma questo non significa che poi cambieremo la nostra posizione nei confronti della Ferrari e della FIA quando tutto tornerà alla normalità. L’accordo tra la Scuderia di Maranello e la Federazione è stato messo in secondo piano, ma per noi resta una scandalo. Non vogliamo danneggiare la Ferrari e la FIA, ma continueremo a lottare per capire come si sia arrivati a questa singolare conclusione delle indagini. Lo faremo anche senza la Mercedes che, ed è molto strano, è scesa dal treno dopo esserne stata il ‘macchinista’ all’inizio della corsa".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Gio 26 marzo 2020 alle 15:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print