Nella giornata di giovedì 19 marzo, la Liberty Media, la Fia e alcuni team principal delle scuderie F1 si sentiranno in video-chiamata per ridefinire il calendario della stagione 2020. Dopo lo scivolone dell'Australia e la lettera di scusa di Chase Carey, l'obiettivo è riprendere il campionato tra fine maggio e concluderlo a Natale con solo 18 gran premi in calendario da incastrare nei restanti weekend di gara. Proprio diciotto è il numero minimo fissato dalla Liberty Media per contenere al meglio le perdite economiche. Le papabili date di inizio sarebbero due: il 24 maggio con il Principato di Monaco o il 7 giugno a Baku. Se si optasse per la capitale azera come inizio, Montecarlo sarebbe assente da un calendario di Formula 1 per la prima volta nella storia, a meno di ricollocamenti. Quello che sembra certo è l'accorciamento delle ferie estive e, sul tavolo delle proposte, c'è anche quello dell'accorciamento dei weekend di gare, portati a due giorni, per tentare un mese intero pieno di gare. 

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Mer 18 Marzo 2020 alle 12:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print