Che il Coronavirus porti ad uno slittamento del nuovo regolamento al 2022? Questa è l'ipotesi circolata nelle ultime ore. La pausa estiva anticipata e una stagione 2020 ancora in bilico stanno portando diversi team a chiedere il rinvio della riforma regolamentare. Michael Schmidt di Auto Motor und Sport ha fatto un quadro su questa situazione: "Il 90 per cento dei team è d’accordo a posticipare la riforma regolamentare al 2022. Più a lungo permarrà questa situazione di incertezza e peggio sarà. Il programma nei dipartimenti tecnici sta andando avanti a scartamento ridotto, perché non si possono testare gli aggiornamenti programmati in pista. Ogni sviluppo rischia di fondarsi su basi sbagliate. In una conference call con il boss della F1 Chase Carey, nove team su dieci hanno concordato di omologare telaio, sospensioni e trasmissioni attuali sino alla fine del 2021. La sola eccezione sarebbe l’aerodinamica. Questo aiuterebbe i team a risparmiare molti soldi. Nel sondaggio effettuato l’unico parere negativo è arrivato dalla Ferrari, che ha chiesto del tempo per riflettere. […] È possibile che una decisione venga presa già nella nuova riunione di domani. E la proposta potrebbe essere questa: per salvare i team dalla bancarotta, il campionato 2021 sarà disputato con le vetture 2020 e le nuove regole verranno rinviate al 2022".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Gio 19 Marzo 2020 alle 13:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print