Si sa che l'esordio stagionale è sempre un momento toccante per i piloti che segna il loro ritorno in pista. Ma per Esteban Ocon significava qualcosa di più, significava il suo ritorno in pista dopo un anno di stop. Per questo, ha definito scioccante la decisione del rinvio. In un lungo articolo scritto personalmente dall'ex Force India, sul sito della Formula 1, ha parlato di quei momenti: "Eravamo arrivati ​​lì con fiducia e gli ingegneri più esperti avevano una buona sensazione su come saremmo andati. In tutta onestà, ho trovato l’Australia piuttosto strana, ho deciso di indossare una maschera quando sono arrivato e quando ho lasciato la pista giovedì. Erano passati oltre 450 giorni dall’ultima volta che avevo gareggiato e volevo prendere tutte le misure possibili per non saltare la gara, era passato troppo tempo. Ho creduto che sarebbe stato meglio essere cauti con quello che stava accadendo ed essere sensibili verso gli altri. È stato piuttosto scioccante leggere le notizie quando mi sono svegliato venerdì, sono andato a dormire abbastanza presto giovedì sera. Quando mi sono svegliato stavo per farmi la doccia e ho visto tonnellate di messaggi da Cyril e di molte altre persone che dicevano che qualcuno della McLaren era risultato positivo e che la gara era compromessa. È stato un grande shock”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Dom 29 marzo 2020 alle 12:15
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print