Nonostante l'Alfa continui ad avvantaggiare Kimi Raikkonen, Antonio Giovinazzi sta dimostrando una solidità, un'umiltà nel correre nelle retrovie della corsa ogni singola gara davvero impressionanti. Se il finlandese ha sbottato e sempre agli sgoccioli della sua carriera in Formula 1, il pilota italiano ha appena iniziato e vuole rimanere. Alla Gazzetta dello Sport, ha parlato del suo grande sogno, accarezzato in questo lockdown: "Avere quel sedile l’anno prossimo sarebbe stato troppo semplice per i miei gusti. Sicuramente non l’ho presa bene. Ma del resto io nella mia carriera non ho mai avuto niente di facile. Sarei stata la persona più felice del mondo, perché tutto quello che ho avuto fin qui l’ho guadagnato con tanti sacrifici. Ma so che avrò ancora possibilità, dimostrando quello che so fare in pista. Il mio sogno rimane intatto, e rimarrà sempre finché correrò. Onestamente è tutto un po’ diverso qui, non ci sono i tifosi, non è la Silverstone che ho conosciuto l’anno scorso. E poi c’è questo tampone a cui non riesco proprio ad abituarmi, anche perché è davvero fastidioso e doverlo fare ogni cinque giorni è una rottura. Ma son tutte cose che dobbiamo prendere per come sono, l’unico modo che abbiamo per correre è questo, dobbiamo farcelo andare bene. Anche perché poi quando abbassi la visiera e sali in macchina è tutto come sempre, per fortuna".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Mar 11 agosto 2020 alle 11:30
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print